Home » ardesia,mare,olio,basilico » Riviera delle Palme

Riviera delle Palme

Noli

 da Varazze a Laigueglia con una tappa a Stella San Giovanni

 

Sono circa settanta i kilometri che misura la bella Riviera delle Palme, da Varazze a Laigueglia, in un andirivieni di calle, rupi scoscese, sabbia finissima, mare cristallino insieme  a borghi preziosi di raffinata bellezza, in una natura pura e selvaggia fatta di una macchia mediterranea ambiziosa e curata dalle mani dell’uomo.

 Varazze non è lontana dal caotico mondo cittadino genovese ma nonostante questa vicinanza, è un tranquillo paese composto in una bella insenatura la cui posizione geografica ripara il borgo dai venti gelidi invernali.

Caratterizzato da scogliere bianche e nere, vivibilissime durante il periodo estivo con il suo lunghissimo Lungomare, il borgo è ricco di storia antica raccontato dalla cinta muraria dell’11mo secolo, dalle sue torri medievali sino a palazzo Lomellino risalente al XVI secolo. Ma oltre al mare e alla storia di un borgo antico, Varazze regala anche splendidi itinerari turistici naturali nel Parco Regionale del Monte Beigua.

Partendo da qui verso est, non si può non soffermarsi ad Albissola Marina e Albisola Superiore. Le due cittadine sono congiunte per mezzo di un ponte che porta il nome della cittadina ai tempi dei Romani: Alba docilia. La tradizione vuole che il nome derivi da 'Albi-zolla' cioè terra bianca o chiara. Infatti la terra che qui si trova è chiara, quasi biancastra, come la sua terracotta. Questi due antichi borhi hanno in comune il Festival della Maiolica che ogni anno si svolge partendo dal mese di Maggio. Il centro storico di Albisola Marina è impreziosito da botteghe artigiane tutte di alto livello artistico dove pochi riescono a non farsi tentare da tanta bellezza e maestria. Opera d'arte a cielo aperto è la famosa passeggiata a mare Montale dove, dal 1963 si trovano opere d'arte in continua evoluzione. Ceramiche di artigiani e di artisti si susseguono una dopo l'altre, in un tripudio di tematiche e di disegni. E' qui che nel 2007 vede la luce l'opera 'Onda', lunga 120 metri a cui hanno partecipato Maestri quali Luzzati e Caminati. Il racconto poi si sposta a Villa Faraggiana, splendida dimora storica  edificata nella prima metà del XVIII secoo, voluta dal nobile genovese Gerolamo Durazzo, esempio settecentesco di dimora signorile ligure di villeggiatura. La Villa rimase di proprietà Durazzo fino al 1821, anno in cui fu venduta da Marcello Durazzo ai nobili liguri Faraggiana che si trasferiranno a Novara intorno alla metà dell'Ottocento. Il suo interno custodisce ambienti splendidi con una loro chiara connotazione storico-artistica.L’ala di ponente  stupisce per la Galleria delle Quattro Stagioni,mentre l' ala di levante conserva la Cappella dedicata a N.S. di Misericordia, la cui  apparizione è raffigurata sopra l’altare nell’affresco, datato 1736, del pittore savonese Gio Agostino Ratti. Al piano nobile si trova la sala della musica, la biblioteca, la stanza da letto ornata da stucchi policromi, con il pregadio e prestigiosi mobili dorati dell’ebanista E. T. Peters. Qui risalta il raffinato letto a baldacchino rivestito di seta ricamata. La Villa è aperta con orari definiti dalla primavera all'autunno. Un'ultima nota singolare: Albissola Marina si scrive con 2 'S' mentre Albisola Superiore con 1 sola 'S'....

  Savona, capoluogo di provincia e fulcro di numerose vie di comunicazione non solo terrestre, venne già elogiata da Petrarca e Maupassant nei loro numerosi soggiorni in questa città la cui bellezza e simbolo viene giustamente accomunata alla Fortezza del Priamàr. Con i suoi antichi e nobili palazzi, Savona oggi ospita un porto crocieristico di assoluta importanza oltre ad accogliere con eleganza le sue parti antiche e moderne.

 Tra vigneti ed olivi bellissimi, arriviamo a  Bergeggi, arroccato sui fianchi del Monte Elena, una delle più belle località di villeggiatura della costa ovest della Liguria. Impagabile la vista e lo spettacolo naturale che questo antico borgo offre al turista oltre alla dolcezza del luogo. Importante centro di scavi archeologici e di ritrovamenti umani, sicuramente tappa obbligatoria è la visita all’Isolotto di Bergeggi (di proprietà privata) con le sue grotte ed anfratti, riparo e nidificazioni per splendidi specie di uccelli tra cui cormorani e gabbiani corallini. La più nota grotta è quella chiamata Grotta Marina, usata quale cimitero in età preistorica mentre il mare cristallino offre svariati motivi non solo di pesca ma per ammirare un fondo unico e pulitissimo, luogo di vita per coloratissime specie di pesci e molluschi.

 Passato  Spotorno, moderna stazione balneare,si incontra l’antico borgo marinaro di Noli, tra spiagge di sabbia bianca in contrapposizione alle sue imponenti alture retrostanti ricche di vegetazione mediterranea. Il suo centro storico è davvero apprezzabile, incontaminato tanto da essere entrato a far parte del club dei Borghi più belli d’Italia. Il suo Castello, di Monte Ursino, domina il piccolo borgo marinaro con i suoi tipici e piccoli ristoranti, e contiene anche la bella Chiesa di San Paragorio, uno dei maggiori esempi di Romanico in Liguria. Palme e fiori caratterizzano il bel lungomare così tanto frequentato sia nei mesi estivi che in quelli invernali, assaporando dolci profumi di mare e di buon pesce

 Non può mancare una sosta a Borgio Verezzi, con la sua torre di vedetta e la sua parte posta più in alto, quella di Verezzi. Immersa in alberi di olivi e carrubi, le sue tipiche case sono addossate le une contro le altre, poste su terrazzamenti stretti e  vivaci, tra vicoli e stradine i cui raggi del sole appaiono raramente e dove piccoli ponti legano tra di loro, come fili immaginari, le antiche abitazioni. Famosa per la presenza del mulino eolico di origine fenicia, Borgio Verezzi è meta ogni anno di turisti da ogni parte del mondo per la sua eleganza e per la sua vivacissima vita moderna, fatta di turismo balneare e di manifestazioni culturali, teatrali e musicali.

 Importantissimo centro ortofrutticolo ( qui si coltivano i rinomati carciofi d’Albenga) e floreale , Albenga è placidamente adagiata nella più vasta pianura ligure. Questa località produttiva è riuscita a mantenere nei secoli il suo prezioso centro storico medievale costruito su base romana.

Troviamo infine gradita una sosta ad Alassio, famosa nel mondo per il suo ‘Muretto’ ideato da Hemingway e da Berrino, i quali vollero abbellire un muretto con piastrelle riportanti le firme di personaggi famosi.  Sabbia finissima e rosa caratterizza questo borgo rinomato ovunque e incastonato nella baia del Sole, che ogni estate è meta di un turismo di elite.

 Di origine romana,Loano grazie  alla sua posizione geografica, permette di godere di un clima temperato per tutto l’arco dell’anno. Feudo della famiglia Doria, ha un elegante centro e spiagge rinomate e conosciute anche al di fuori del confine nazionale. Le sue spiagge sabbiose offrono splendidi soggiorni adatti alle famiglie mentre il suo centro annovera importanti monumenti e luoghi storici tra cui le vecchie Mura, il Duomo, l’Oratorio dei Bianchi e la Porta di Passorino con lo stemma dei Savoia

 Ultima tappa in questa Riviera, ma non meno importante e bella, è la sosta a Laigueglia, antico borgo marinaro dalla sabbia leggermente rosata. Tipico borgo ligure, la sua vita tranquilla riesce ad offrire al turista scorci di rara bellezza e  un sistema turistico di eccellenza. Dal littorale alla collina, Laigueglia regala panorami e scorci di grande bellezza così come i suoi ‘caruggi’ offrono botteghe tipiche ed eleganti.

L'approfondimento che Vi suggeriamo è quella 'deviazione' di strada per approdare al piccolo borgo di Stella.

 A pochi chilometri dall’uscita del casello autostradale di Albisola sull’A10, le indicazioni vi condurranno  facilmente a Stella, piccolo ma grazioso paese inglobato nel Parco Naturale Regionale del Beigua.

 Immersa in un verde lussureggiante e ricca di escursioni, annovera tra i suoi tesori i ruderi del castello datato XIV secolo, collegato a vista con la Torre del Mezzano, un tempo a guardia della sottostante strada che da Albisola portava sino al paese.

Composto da cinque frazioni, il nostro racconto si incentra su quella di San Giovanni dove si trova la casa Natale di Sandro Pertini, oggi Museo.

La casa del Presidente si trova poco distante dalla Chiesa principale del piccolo borgo, una casa squadrata semplice e silenziosa, con il suo vecchio portone in legno dipinto di fresco color ‘verde bandiera’, dalle persiane alla ringhiera in ferro del terrazzo su cui lo stendardo tricolore sventola oggi in maniera distratta. La vecchia casa ha tutte le sembianze delle classiche dimore umili liguri dove l’odore dell’umidità si diffonde ovunque e penetra anche negli abiti dei visitatori. Subito aperto il portoncino vi è la lunga scala che porta ai vani superiori e dove oggi ha sede l’Associazione che porta il nome del Presidente e che organizza iniziative culturali e sociali in suo ricordo. Una signora, all’ingresso, parla sommessamente con un’altra persona di un futuro prossimo incontro con dei ragazzi di un liceo di Savona in gita storica in questo luogo. Poi, cortesemente, ci indica la via di visita dove incontriamo altre persone. Le sale del Museo sono ricche di ogni oggetto e ricordo sia dell’uomo politico che dell’uomo nella sua sfera privata, volutamente protetta sino agli ultimi istanti di vita terrena. Sono appesi alle pareti quadri a lui dedicati, a lui donati, ritratti del suo volto a volte somiglianti quali fotografie, altri dotati di estrosità tutta personale. E poi i quadretti con le fotografie di un Alessandro bambino, della vita familiare delle sue origini con il volto di una madre tanto amata quanto ammirata. Non mancano quelle degli anni della scuola, accanto a faccine smunte o goliardiche, attorniate da insegnanti nelle lunghe tonache salesiane e amici ovunque. Si svolge qui il racconto di una vita, di anni duri e capabri di giovane uomo lavoratore e combattente, di guerra e di confronto, di anni bui e acri della galera, di un profondo rispetto per la libertà di un popolo. Il lavoro di Direttore de ‘Il Lavoro’ tra scritti e rinnovamento, di impegno politico sempre costante a fianco delle persone con mille fotografie di questo uomo sempre attorniato da altri uomini, sempre presente, sempre fiducioso e altruista. E poi la Camera dei Deputati e del Senato, l’incontro con personaggi illustri della storia che si intersecano con la sua, sino al divenire il Presidente di tutti gli italiani.

Ma il Museo non è solo fotografie storiche, è libri, è scritti, è il suo cappotto, i suoi cappelli e le sue immancabili pipe e sono i sorrisi di una giovane donna divenuta la compagna di una vita, la sua borsa, la sua valigia, i suoi doni. Oggetti che parlano di lui ma lui non è qui, continua ad essere in mezzo alla gente, alle persone. Se volete potete portargli un fiore, riposa nel piccolo cimitero del paese.

 Non credo ci sia tanto vivo affetto e stima per un uomo quanta ce n’è ancora oggi per questo. E’ una sensazione strana, ancora oggi lo si ricorda quale fosse l’amico di casa, del vicino del pianerottolo, una persona cara. Lo si ricorda come se lo avessimo ascoltato ieri sera alla televisione, in quei discorsi di fine anno che tenevano incollati le genti prima di iniziare il cenone di San Silvestro. Non c’è temporalità tra lui che se n’è andato e noi che ancora cerchiamo una parola di conforto e di ottimismo in questo mondo alla rovescia.

Andare a visitare questo luogo, questa casa, non significa appartenere ad un credo unico, significa conoscere la storia e riconoscere il valore di un uomo.

 

 

 

 Albissola Marina:

(riportiamo integralmente il comunicato del Comune di Albissola Marina)

Per la sosta camper non sono presenti, al momento, sul territorio comunale aree attrezzate (con relativi scarichi, allacci per acqua e luce e servizi essenziali).

 

Vi sono due aree in cui, in diversi periodi dell'anno, è consentita la sosta, oltre che alle autovetture, anche ai camper, purchè questi non scarichino nessun tipo di rifiuto o acque e limitino la sosta al solo periodo di autonomia per i servizi necessari.

 PARCHEGGIO MARGONARA (C.so Matteotti, direzione Savona, lato mare, parcheggio a pagamento con sbarra d'accesso)

Consente  la sosta ai camper dal 01 OTTOBRE AL 31 MAGGIO di ogni anno

 Sosta VIETATA ai camper dal 01 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE

 PARCHEGGIO "POVERELLE"/"FARAGGIANA" (V.le Perata, prima del cavalcavia, parcheggio custodito a pagamento aperto nel periodo estivo)

Consente la sosta ai camper dal 01 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE

 

 ++++++++

 

  Celle Ligure: 

 L’area sosta è inglobato nel parcheggio del Campo Sportivo a circa 300 metri dall'uscita dell'autostrada A10. Completamente gratuito, non offre nessun servizio se non quello di scarico delle acque con accanto una fontanella dell’acqua.Dispone di 10 piazzole poco ombreggiate e illuminazione notturna appena sufficiente.Unica nota positiva è il parco nelle vicinanze con giochi per i bimbi e zona pic-nic. Autobus di linea poco distante che porta in centro e al mare.

Indirizzo:

Località Natta 

Celle Ligure

 

 

 GPS:  44° 20' 57.11" N 

                 8° 33' 23.62"E

 ++++++++

 Loano:

Area camper La Sosta con 36 piazzole fornite di colonnine di erogazione acqua potabile ed elettricità . Dotato di  servizi igienici anche per disabili, fornisce servizo wi-fi, area verde e giochi per i bimbi, servizio lavanderia.  Custodito e telesorvegliato

Indirizzo:

Via delle Fornaci,33

Loano

 3475507503

 

GPS:  44° 13’ 11,5 “ N  

            8° 24 ‘ 11,17” E  

 

 ++++++++

Pietra Ligure:

Area camper vicina al mare e al centro del paese 400 .Recintato e custodito, l'ingresso  avviene  mediante una sbarra di accesso.  Luogo ampio  con la possibilità di sosta per 50 camper, illuminazione notturna, allacciamenti elettrici e acqua potabile. Docce calde a pagamento, zona barbecue e lavatoi. Non vi è possibilità di ombra. Fondo in ghiaia e ben mantenuto.

Si CaNperisti.

 

 Indirizzo:

Via Crispi 43

Pietra Ligure

3402301594

 
GPS: 44° 9' 16.38"N

             8° 17' 2.23"E

 

++++++++

Savona:

 Area Camper Parco di Piana Crixia. Area  di piccole dimensioni lungo la strada con lo stallo  per cinque camper. In ordine a ben tenuta, ha fondo in porfido e camper service semplice. Dotato di illuminazione notturna, eroga energia elettrica e acqua potabile da alcune fontanelle. Poco distante  area giochi per bambini e possibilità di pic.nic. Area gratuita, è aperta da marzo a ottobre.

Si CaNperisti

 Indirizzo:

 Località Pontevecchio

 Piana Crixia (SV)

GPS: 44° 29' 21.96"N

              8° 18' 8.61" E

 

 

 

++++++++

 

Spotorno:

Area Sosta Roma, vicino al mare e comoda per recarsi in centro del paese. Ben curata e pulita, offre ogni sorta di servizio e camper service. Posta direttamente sulla strada provinciale, ha una uscita pedonale per non dover camminare sulla strada trafficata e pericolosa per i pedoni. Ligi al rispetto del vivere comune, offre una discreta ombreggiatura in estate.

Si CaNperisti

Indirizzo:

Via Provinciale Rustia

Spotorno

3497242540


                                                           GPS:44°13'23.6"N

8°24'4" E

 

++++++++

 Vado Ligure:

Area di sosta comunale Le Traversine. Dotata di 70 piazzole  su fondo in blocchetti di porfido cementizio, presenta colonnine per l'erogazione della corrente elettrica. Inoltre vi sono due posti riservati ai camper che trasportano persone invalide con relativo contrassegno di parcheggio per invalidi. Vicina al mare e alla spiaggia libera, non ha possibilità di ombra.

Si CaNperisti

 Indirizzo:

SS1, km 579 

Vado Ligure 

340 078 6161

 

 

 

 GPS:44°16'39.2"N

              8°26'29.2"E

 

 

 

 

 (agg. Aprile 2016)

 

Riviera delle Palme - Camperarcobaleno

Su Pinterest

Su Pinterest - Camperarcobaleno

Ho ideato una pagina in cui Ti racconto dei miei viaggi, delle immagini e degli aneddoti sulla mia avventura insieme a Lyla e a Camperarcobaleno. Di ogni pagina troverai molte altre fotografie relative agli articoli scritti nel sito. Ti aspetto. Alberta con Lyla

Chi abbandona un cane non è un camperista

Chi abbandona un cane non è un camperista - Camperarcobaleno

(Lyla, Pastore Abruzzese, 12 anni, Mascotte di Camperarcobaleno)

L'Agenda di CA su Facebook

L'Agenda di CA su Facebook - Camperarcobaleno

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. J. Saramago 'Viaggio in Portogallo'

Genova

Genova - Camperarcobaleno

Genova. la mia città Ti accoglie

Areasostaitalia

Areasostaitalia - Camperarcobaleno

Scoprire l'Italia in camper e caravan

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova - Camperarcobaleno

ll tempo libero a Genova

Area Sosta tra Rododendri e Ortensie

Area Sosta tra Rododendri e Ortensie - Camperarcobaleno

Area Sosta Riserva naturale speciale del Parco Burcina-Felice Piacenza

Area Sosta a due passi dall'Adriatico

Area Sosta a due passi dall'Adriatico - Camperarcobaleno

Area Sosta Le Robinie, Igea Marina, Rimini

Area Sosta tra i Colli Morenici del Garda

Area Sosta tra i Colli Morenici del Garda - Camperarcobaleno

Area Sosta Monzambano, Mantova

Area Sosta nella Conca di Oropa

Area Sosta nella Conca di Oropa - Camperarcobaleno

Area Sosta Santuario di Oropa, Biella

Taccuinodiviaggio.it

Taccuinodiviaggio.it - Camperarcobaleno

Siti di Donne nella rete