Home » alto Monferrato

alto Monferrato

attraverso le colline verdi dei prati e color oro del vino

attraverso le colline verdi dei prati e color oro del vino - Camperarcobaleno

 

La collina del Salto, oltre il Belbo,

con le creste,

coi grandi prati

che sparivano sulle cime...

(Cesare Pavese)

 

Acqui Terme

Acqui Terme - Camperarcobaleno

L'Oasi del Respiro

(info sosta camper a piè di pagina)

 

I Borghi

I Borghi - Camperarcobaleno

Alfiano Natta, Altavilla Monferrato, Bosco Marengo e Camino

Alessandria

Alessandria - Camperarcobaleno

l'Antica Alessandria della Paglia

(info sosta camper a piè di pagina)

I Borghi

I Borghi - Camperarcobaleno

Castellania, Castellazzo Bormida, Cella Monte

Casale Monferrato

Casale Monferrato - Camperarcobaleno

Una storia nobile da riscoprire

(info sosta camper a piè di pagina) 

I Borghi

I Borghi - Camperarcobaleno

Cremolino, Fubine, Lu Monferrato

Gavi

Gavi - Camperarcobaleno

Terra del famoso 'Bianco'

(info sosta camper a piè di pagina)

I Borghi

I Borghi - Camperarcobaleno

Masio, Rocca Grimalda, Sezzadio

Novi Ligure

Novi Ligure - Camperarcobaleno

Quanta strada nei miei sandali,quanta ne avrà fatta Bartali...

Ovada

Ovada - Camperarcobaleno

Il profumo esuberante in un calice di Dolcetto

I Borghi

I Borghi - Camperarcobaleno

Vignale, Voltaggio, Volpedo, Valenza

Su Pinterest

Su Pinterest - Camperarcobaleno

Ho ideato una pagina in cui Ti racconto dei miei viaggi, delle immagini e degli aneddoti sulla mia avventura insieme a Lyla e a Camperarcobaleno. Di ogni pagina troverai molte altre fotografie relative agli articoli scritti nel sito. Ti aspetto. Alberta con Lyla

Chi abbandona un cane non è un camperista

Chi abbandona un cane non è un camperista - Camperarcobaleno

(Lyla, Pastore Abruzzese, 11 anni, Mascotte di Camperarcobaleno)

L'Agenda di CA su Facebook

L'Agenda di CA su Facebook - Camperarcobaleno

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. J. Saramago 'Viaggio in Portogallo'